I Martedì Critici

In ricordo di PAOLO AITA, di Lucilla Catania

 

Caro Paolo,

te ne sei andato all’improvviso lasciandomi sgomenta e incapace di capire…del resto poco c’è da capire, la morte arriva punto e basta.

Senza di te la vita che dovrò ancora vivere sarà meno intensa e curiosa, priva di quel pizzico di ironia e di sottile humor tipico tuo. Mi mancherà anche quell’accento strano che, a volte, ti complicava le parole; del resto tu stesso amavi definirti un albanese naturalizzato calabrese.

Esserti amica è stato un privilegio.

Ti voglio bene Paolo, fai buon viaggio!

About The Author

Related posts

3 Comments

  1. Salvatore

    Caro Paolo,
    la tua morte ci ha lasciato senza parole, te ne sei andato in silenzio in maniera inaspettata, nessuno poteva pensare di ricevere all’improvviso una notizia così dolorosa. Ho ricevuto conferma della tua morte telefonicamente dalla tua cara nipote, che ho visto crescere nel tempo fin dall’infanzia, così come il tempo ha consolidato la nostra amicizia.
    Eri diventato parte della nostra famiglia, un amico fraterno da cui attingevo consigli e linfa per il mio lavoro, riuscivi ad entrare negli interstizi della pittura e leggere spazi e corpi di uno stesso tessuto linguistico, davi risposte ai mille dubbi del nostro fare e operare artistico quotidiano. La tua cultura era immensa e le tue conoscenze andavano oltre lo specifico, riuscivi a dare il meglio di te e scrivere di letteratura, poesia e di arte e approfondire la tua cultura in argomenti di musica, filosofia ed estetica. Un uomo dolce e profondo che ,dopo aver trovato con l’insegnamento presso l’accademia di belle arti di Catanzaro la tua dimensione culturale e spirituale, te ne sei andato.
    Caro amico il tuo ricordo rimarrà per sempre nel mio cuore. Riposa in pace.
    Salvatore Anelli

    Reply
  2. Giulio De Mitri

    Caro Paolo,
    il tuo improvviso e silenzioso volo mi ha lasciato esterrefatto, quasi senza parole, abituato da anni – testimone la nostra storica amicizia – ai nostri voli pindarici che ci conducevano insieme a nuove mete culturali e di grande respiro… dove sognavamo ad occhi aperti un futuro sempre migliore, sempre più bello all’insegna dell’arte.
    Pur sapendo – con mio sommo rammarico – che il tuo volo ti porterà sicuramente in una dimensione altra, più bella e al cospetto del grande Genitore, colui che ti offrirà, sicuramente, tutti quei riconoscimenti che tu meriti e che spesso la vita terrena ti ha negato.
    Siederai su una nuova cattedra, una cattedra di grande amore e di vita eterna. E noi tutti ci auguriamo di respirare il tuo intenso profumo, appagandoci così della tua temporanea assenza, per poi rivederci nella luce, nel profondo azzurro, nell’infinito amore vero e puro che non ha né parole e gesti formali e che non appartiene alla vita terrena.
    Un grande abbraccio, nel ricordo indelebile.
    Tuo Giulio De Mitri.

    Reply
  3. D

    Caro Paolo,
    la sconvolgente notizia della tua scomparsa mi lascia incredula, triste, piena di sgomento. Se ne andato un uomo raro, di grande e raffinata sensibilita’ .
    Che il tuo mondo di infinita bellezza, fantasia e inesauribile fonte d’amore si avvera per sempre nell’unita del mondo divino e nel tuo viaggio verso l’eternita’.
    Mi mancherai.
    Addio caro Paolo.

    DMadic ‘

    Reply

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *