I Martedì Critici

“Pesanti come coriandoli. Artisti per la fragilità”

CECCANO (FR)

CASTELLO DEI CONTI DE CECCANO

Dal 13 al 22 luglio  2018

A cura di Roberto Gramiccia

 

Ak2deru   Giulia Del Papa   Paolo Di Nozzi   Roberta Maola

Sandro Sanna   Silvia Stucky   Alberto Timossi   Oscar Turco

La mostra Pesanti come coriandoli | Artisti per la fragilità a cura di Roberto Gramiccia, verrà inaugurata nel Castello dei Conti de Ceccano, il 13 luglio, nell’ambito della prima Edizione del Festival di Filosofia in Ciociaria dal titolo: Restiamo Umani.

Gli artisti che hanno accettato l’invito ad esporre, scrive Gramiccia nel testo, sono artisti “in sintonia con un approccio all’arte che si nutre alle fonti della tolleranza e dell’umanesimo, della libertà e del riconoscimento della diversità come valore”.

“I linguaggi di questi otto artisti sono diversi ma in ciascuno si ritrova il rispetto dell’altro e la consapevolezza dell’importanza della dimensione individuale (la ricerca artistica è quasi sempre solitaria) e di quella collettiva (la difesa dell’autonomia dell’arte non può non esserlo). E così chi avrà la fortuna di partecipare al Festival potrà apprezzare: le forme plastiche radicali e seduttive dirossovestite di Alberto Timossi e quelle metalliche, curvilinee ed eleganti di Paolo Di Nozzi; le declinazioni aniconiche raffinate ed esoteriche di Sandro Sanna e quelle libere ma rigorosissime di AK2deru; le grafo-narrazioni calligrafiche di Roberta Maola e di Giulia del Papa, entrambi debitrici di una tradizione iperrealista temperata però da un’intenzionalità tutta concettuale; le suggestioni in punta di matita e di pennello e le immagini fotografiche di due artisti partecipi della grande lezione che viene dall’Oriente, due frequentatori abituali della delicatezza, della fragilità e del silenzio: Silvia Stucky e Oscar Turco. In accordo con Emilio Garroni, siamo convinti che le parole del Festival troveranno nelle opere di questi artisti il contrappunto di un’ “estetica non speciale”, al servizio della conoscenza e dei processi di liberazione dal bisogno, non solo materiale”.

“È per questi motivi che riteniamo che questa mostra, ben si collochi nel cuore di un Festival della filosofia con al centro la questione cruciale della fragilità”.

 

 

la mostra resterà aperta fino al 22 luglio 2018

Castello dei Conti de Ceccano

Piazza Camillo Mancini   03023   Ceccano (FR)

 

https://alemori192.wixsite.com/website

About The Author

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.