I Martedì Critici
PROFILI
LucillaCatania

Lucilla Catania, artista romana. La sua ricerca artistica è tesa alla creazione di un idea di scultura che unisca in sé i connotati classici della tridimensionalità e la coscienza dei nuovi codici socio-culturali del tempo presente. Nel 1991 pubblica sulla rivista «Titolo» il manifesto del suo lavoro Fondazione di una Nuova Classicità per l’arte contemporanea.
Tra le sue mostre principali segnaliamo: Arte italiana dal 1947 ad oggi (1989) Musei di Mosca e Leningrado; Aperto’90, Biennale di Venezia; Roma Interna (1991/1992), Museo di Arte Moderna di Vienna; la personale alla Galleria Civica di Praga (1991); La Scultura Italiana del XX secolo (2001) in Giappone; Naturale, Castello Cinquecentesco l’Aquila, Museo Nazionale d’Abruzzo, L’Aquila (2007); Pechino 2008; Venezia Salva, 53a Biennale di Venezia, Magazzini del Sale (2009); Drappo rosso, Giardino del Convento dei Passionisti, Scala Santa, a cura di Tra le Volte, Roma (2010); Passato/presente. Dialoghi d’Abruzzo, CIAC, Castello Colonna , Genazzano, Roma (2011) ;L’Italia alla finestra. Auben-und Innensichten, Arte contemporanea in occasione dei 150 anni dell’Unità d’Italia, Barockkeller, Hofburg, Innsbruck (2011). Stareeandare, Museo Nazionale d’Arte Orientale e Palazzetto Venezia, Giardino degli Aranci, Soprintendenza per i Beni Storici, Artistici ed Etnoantropologici del Lazio, Roma (2013); Le terrecotte di Lucilla Catania nel Palazzo del Castromediano, Palazzo Ducale di Castromediano, Cavallino di Lecce (2013) e Lucilla Catania nel Giardino delle Fontane, Galleria nazionale d’arte Moderna di Roma (2013).

ValentinaGramiccia

Valentina Gramiccia, laureata con lode in Storia dell’arte contemporanea presso la Sapienza di Roma con una tesi sulla Nuova Scuola Romana. Dopo una lunga esperienza presso prestigiose gallerie internazionali (Galleria dell’Oca, Valentina Bonomo) e dopo aver lavorato nella redazione di importanti case editrici (Editori Riuniti, Meltemi) e riviste d’arte, architettura e design (Insideart, Livingrome, Gemme magazine) attualmente dirige l’Archivio della scultrice Lucilla Catania. E’ coautore del volume La Nuova scuola romana. I sei artisti di via degli Ausoni (Editori Riuniti, 2005) e del film-documentario I sei artisti di via degli Ausoni, vincitore del Doc-Fest 2009. Cura gli apparati del volume Lucilla Catania. Opere. Stareeandare (DeriveApprodi, 2011); Lucilla Catania nel Giardino delle Fontane e Cloti Ricciardi al Giardino delle Fontane (Palombi, 2013).
È autore della monografia di Heidrun Sandbichler (Edizioni medicea Firenze, 2014). Nello stesso anno partecipa alla realizzazione del contest “Aracne. Arti per la città”, con il patrocinio del Comune di Roma, in qualità di curatore del settore “Scultura e installazione”.

RobertoGramiccia

Roberto Gramiccia, scrittore, critico d’arte, giornalista, medico nasce a Roma dove vive e lavora. Ha curato numerosi e importanti eventi espositivi tra cui, fra il 1996 e il 2013, sette grandi antologiche su Tano Festa, Pizzi Cannella, Cloti Ricciardi, Lucilla Catania, Giacinto Cerone, ancora Lucilla Catania e Franco Mulas e un gran numero di mostre collettive. Fra il 1999 e oggi ha scritto numerosi libri, fra cui: La medicina è malata; La nuova Scuola romana. I sei artisti di Via degli Ausoni; Fragili Eroi. Ritratti d’artista; Slot Art Machine; La strage degli innocenti; Vita di un matematico napoletano. Renato Caccioppoli, la regola e il disordine; Arte e potere. Il mondo salverà la bellezza?